Il percorso buca per buca

  • Buca 1 "Vineyard" - PAR 4, 241-332 m, index 9

    Il primo tee gode di una splendida vista sulla baia di Pirano. Buca suggestiva resa delicata al primo tiro da un piccolo vigneto, mentre un albero di pino solitario mostra la direzione del gioco. Un ampio fairway rende l’inizio del gioco relativamente facile, il green come il fairway sono aperti al giocatore e non esigono manovre troppo difficili. Gli alberi e la vegetazione che fanno da cornice alla buca li troviamo lungo l’intero percorso.

  • Buca 2 "Sea View" - PAR 3, 127-184 m, index 15

    Il campo si gioca in discesa verso il green circondato con l' ostacolo d’acqua relativamente vicino al green, ciò richiede attenzione e concentrazione.
    Un vigneto fà da cornice al lato destro della buca, mentre sul lato sinistro confina con il campo di addestramento per il tiro lungo. Intorno al green ci sono diversi bunker dove la pallina può fermarsi se si manca leggermente il green o se perde velocita’ prima della discesa. La vista dal green si estende sulla pineta, piante di vario genere e fiori di prato con la clubhouse che fà da sfondo.

  • Buca 3 "Olive tree"- PAR 4, 306-361 m, index 5

    Ora ci avviciniamo a un campo molto impegnativo che metterà a dura prova le vostre abilità, un lungo PAR 4, il farway cade a sinistra verso l’ostacolo laterale – i cespugli. Pertanto, il green è circondato da rientranze erbose che dovrebbero attenuare e diminuire i piccoli errori di mira prima che la pallina rotoli in mezzo ai cespugli. Questo campo appare come una strada stretta e ondulata che si estende attraverso la giungla di rocce e cespugli.

  • Buca 4 "Cypress"- PAR 3, 152-220 m, index 13

    La carrateristica principale di questa buca PAR 3 è la sua lunghezza. La buca incorniciata da rigogliose pinete offre una magnifica vista del tipico paesaggio mediterraneo, con due grandi alberi di cipresso dietro il green. Al lato anteriore il green è aperto al giocatore, al fine di facilitare il gioco ai principianti. Tuttavia l'ostacolo laterale esige esperienza, la parola d'ordine qui è "tirare il più vicino possibile alla bandiera", specialmente se la bandiera si trova al bordo del green.

  • Buca 5 "Wasteland"- PAR 5, 365-488 m, index 11

    All'inizio la buca è dritta e lunga, sul lato sinistro per tutta la sua lunghezza il cespugliame costeggia il fairway mentre un lago e' in agguato a destra. A cento metri prima del green ha un forte "dog-leg" a destra circondato d’acqua, mentre il green si trova in leggera salita ed è piatto e aperto. Il colpo diventa sempre più esigente con la bandiera spostata al bordo destro del green, suggeriamo il tiro "Fade". La buca  è definita dai bunker di sabbia e il lago sul lato destro, monticelli e colline sulla sinistra.

  • Buca 6 "Juniper"- PAR 4, 299-391 m, index 1

    Questa buca è circondata da cespugli spinosi e alberi lungo il lato sinistro e destro del fairway. Il campo è costantemente in salita, ciò lo fà sembrare più lungo comparato all'imagine della scorecard. Due bunker di sabbia si trovano nella zona di primo impatto, e impediscono alla pallina di rotolare dal fairway inclinato a destra verso i cespugli. Una quercia secolare si trova al di dietro del green e mostra l'obiettivo nel caso avete giocato il tiro dall' erba che separa il fairway dalle frese. Il green è ubicato delicatamente sul pianoro e circondato da colline e ostacoli di sabbia.

  • Buca 7 "Fishbunker"- PAR 4, 285-381 m, index 7

    La settima buca vi guida verso un stretto passaggio in leggera discesa, fino alla penisola dove c'è il green. Il bunker sul lato destro e le paludi ondose sul lato sinistro presentano la "zona di atterraggio" per coloro che hanno scelto di tirare a lungo. Il bunker di sabbia a forma di pesce, così come diverse trappole di sabbia proteggono il green. Il green è un bersaglio impegnativo circondato da paludi. Se mirate ad un facile accesso vi consigliamo di giocare un draw.

  • Buca 8 "Turtle"- PAR 4, 251-331 m, index 3

    Con i tee sulla penisola, inizia un campo relativamente breve ma impegnativo. Il fairway è stretto e si estende fra alberi e arbusti in costante salita. Mantenere la pallina sul fairway diventa una seria impresa, se non si ferma in una conca erbosa, la pallina sarà persa per sempre. Il green n.8 forma una croce indicando la direzione del gioco, piuttosto ampio, ma non troppo profondo. Ciò richiede un tiro preciso con un volo completo. Attenzione al profondo bunker di fronte al green. Per facilitare l’orientamento, dirigetevi verso i cumuli di pietre alla fine del green.

  • Buca 9 "Mulberry"- PAR 5, 377-494 m, index 17

    Questa buca PAR 5, con la sua discesa, segna un ulteriore caratteristica delle prime 9 buche. Non presenta un percorso troppo lungo, ma avrete bisogno di un accurato "drive " per uscire dal bosco verso un bellissimo fairway. La grande palude segue il fairway lungo il lato destro. Un grande bunker segna l'inizio del secondo drive sul lato destro, formando una vasta zona di collinette sabbiose e sabbia, che proseguono fino al green. La buca è progettata strategicamente, e premierà un colpo coraggioso e preciso. Un break-point si trova alla fine della buca per una breve pausa e bibite.

  • Buca 10 "Tuscany"- PAR 4, 236-359 m, index 8

    La ripida discesa affiancata da alberi dà un carattere speciale alla buca. La zona drive si restringe con i bunker e crea un tipico dog-leg a destra. Il green è ben protetto con l'ostacolo d'acqua a destra, un canale dietro e la sabbia di fronte al green, il tutto circondato da colline. Il green è stretto all'inizio e più ampio alla fine. Vi consigliamo di giocare un fade.

  • Buca 11 "Three Oaks"- PAR 4, 267-347 m, index 10

    Dal tee elevato si estende una bella vista sulla pianura. Su entrambi i lati il fairway è incorniciato da alberi secolari e inusuali. Il lato destro è protetto da una fitta vegetazione in una ripida scogliera. Sul lato sinistro due vecchie siepi e querce formano un bel gruppo di splendidi paesaggi. Il green è leggermente inclinato verso il bosco sul lato destro, con un ostacolo d'acqua nei pressi e di sinistra subito dopo i tre bunker di sabbia che proteggono il green. Al di là del green c'è un bunker che fermerà tutti i tiri troppo lunghi. La posizione della bandierina più impegnativa? A destra in alto.

  • Buca 12 "Hrvatska"- PAR 4, 238-339 m, index 6

    Il campo è scolpito nella roccia come un terrazzo ondulato. Su entrambi i lati addornato da alberi e cespugli. Sul lato sinistro si estende un pendio molto ripido con rientranze che servono a fermare la pallina prima di scivolare nel ostacolo. Il fairway si alza lentamente e si restringe, lasciando ben poco spazio per sbagliare. Poco prima a sinistra del green c’è un albero, l'approccio dal lato destro è sicuramente più facile. I bunker di sabbia proteggono a sinistra dietro il green.

  • Buca 13 "Monster"- PAR 5, 414-556 m, index 2

    Vi ricorderete di questo drive: i tee in alto sulla parete di pietra, circondata da alberi secolari e boschi che creano una splendida cornice alla vista mozzafiato. Sul lato destro e sinistro del fairway c'è un ostacolo d'acqua, il destro un pò distanziato è certamente meno minaccioso. La seconda zona di "landing" è stretta con numerosi bunker e colline, richiede una decisione fra il giocare oltre e ottenere la meritata ricompensa o di mantenere la pallina davanti alla barriera e contare sul vostro 9I. Il green è protetto da montagne e sabbia mentre la siepe che lo circonda  crea una vera atmosfera Mediterranea.

  • Buca 14 "Alberi"- PAR 3, 98-153 m, index 18

    Questo breve PAR 3 ha una bellissima vista su valli protette e la macchia mediterranea circostante creano un bellissimo giardino con vista mare. Cespugli ed erba alta affiancano il fairway con una varietà di vegetazione sempreverde. Due bunker, uno davanti e uno dietro, circondano il green, mentre il muro di pietra cattura lo sguardo nel sottofondo. Il putting green è ondulato e definisce la difficoltà della buca.

  • Buca 15 "Romanic Church"- PAR 5, 353-472 m index 14

    Il campo ha un dog-leg a sinistra molto interessante, che si avvolge intorno alle siepi e rivela una vecchia chiesa in stile romanico a sinistra. Il campo lascia spazio a una strategia deliberata. A sinistra si trova il bordo del campo che minaccia i tiri ambiziosi iniziali e si estende fino al verde. Il bunker di sabbia si estende a destra in modo tale da permettere il gioco "tigerline", ma solo con notevole rischio. Il nome "Amen-corner", descrive il carattere del 13° e 16° campo.

  • Buca 16 "Fade away" - PAR 4, 309-393 m, index 4

    Un grande stagno delinea questo campo sul lato sinistro del fairway. La buca premia i drive più azzardati verso l'ostacolo d' acqua. Con un colpo lungo si può accorciare il campo. I bunker del fairway proteggono il lato destro, l'approccio verso il green si restringe fra il lago e arbusti. Così il green crea una piccola penisola circondata da sabbia, acqua e cespugli.

  • Buca 17 "Stonewall"- PAR 4, 287-373 m, index 12

    La buca 17 richiede un tiro iniziale abbastanza forte, il lago sul lato sinistro con un buon drive si esclude dal gioco. Occhio ai boschi a sinistra e a destra. La rientranza prima del green può creare un errore di valutazione, assicuratevi di selezionare la mazza giusta. Valutate attentamente la posizione della bandiera, il green è lungo e ondoso, il ciò guida la pallina verso il bunker.

  • Buca 18 "Pines"- PAR 3, 101-155 m, index 16

    La buca finale richiede molta precisione, anche se il campo non è lungo. La diciottesima buca è fortemente incisa nella roccia che circonda il campo sul lato sinistro del green. I piccoli sbagli portano la pallina verso i fori e bunker di sabbia sul lato destro, mentre quelli più grandi portano la pallina inevitabilmente a scivolare giù dalla scogliera.